Il castello del duca Barbablù di Béla Bartók a Roma

 

Nell’ambito dell’Anno Culturale Ungheria-Italia 2013, dal 14 al 19 marzo 2013 presso l’Istituto Balassi - Accademia d’Ungheria in Roma, l’Oratorio Caravita si terranno tre eventi dedicati al grande musicista ungherese, Béla Bartók, in particolare alla sua opera (un atto unico) Il castello del duca Barbablù, una delle pietre miliari della musica operistica nei primi del secolo XX.

Giovedì 14 marzo 2013, alle ore 19.30 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri - ViaGiulia,1- tel.: 06/6889671) si terrà la proiezione del film-opera Il castello del duca Barbablù, girato nel 1981 in Ungheria dal regista Miklós Szinetár. L’audio del fim si avvale della registrazione dell’opera eseguita due anni prima a Londra negli studi della casa discografica Decca, sotto l’illustre bacchetta del Maestro Sir Georg Solti, celebre direttore d’orchestra ungherese. I protagonisti della registrazione e del video sono Sylvia Sass nel ruolo di Judit e Kolos Kováts nel ruolo del Duca Barbablú. La visione del film-opera sarà preceduta dalla presentazione di Marco Guardo, Direttore della Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana intesa ad illustrare il mito di Barbablù nella storia, nella letteratura, nella musica e nel cinema, con l’utilizzo anche del testo dello scrittore Béla Balázs, che servì da libretto all’opera. Alla presentazione interverrà presente anche la nota cantante lirica Sylvia Sass.

Venerdì 15 marzo 2013, alle ore 20.30 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma si terrà la presentazione de Ilcastello del duca Barbablù in forma di concerto. Ad interpretare Judit e Barbablù saranno due giovani artisti ungheresi, il mezzosoprano Bernadett Fodor e il basso Krisztián Cser, accompagnati al pianoforte da Ryoko Tajika Drei. Il prologo dell’opera, che permette di svelare sin dall’inizio il simbolismo del testo, sarà eccezionalmente recitato da Sylvia Sass.

Martedì 19 marzo 2013, alle ore 20.30presso l’Oratorio del Caravita (Via del Caravita, 7a) si terrà un’altra presentazione dell’opera di Bartók in forma di concerto. Ad eseguire l’opera, saranno il soprano americano Tiffany Herring e il basso-baritono Riccardo Certi, accompagnati al pianoforte da Ryoko Tajika Drei. Il debutto dei due giovani artisti è stato preceduto da uno studio protrattosi per diversi mesi sotto la guida di Sylvia Sass.

Tutte e le tre serate organizzate dall’Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con l’Ambasciata d’Ungheria in Roma, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri d’Ungheria, prevedono l’ingresso libero.

locandina 14 marzo

locandina 15 marzo - concerto-page-0

locandina 19 marzo- Concerto Caravita-1-page-0