invito mostra 8 marzo

Nell’ambito dell’Anno Culturale Ungheria-Italia 2013, venerdì 8 marzo 2013, alle ore 19.30 presso l’Istituto Balassi-Accademia d’Ungheria in Roma si terrà l’inagurazione della mostra Scatti di luce – Fiat Lux del pittore ungherese Tamás Cserna. All’evento inaugurato da S.E. l’Ambasciatore di Ungheria János Balla, alle ore 20.30 seguirà il concerto di chitarra acustica di Sándor Mester.

Tamás Cserna si è laureato nel 1994 presso l’Università Ungherese di Belle Arti, alla Facoltà di Pittura, per proseguire poi con un master sotto la guida di Pál Gerzson. Negli ultimi tredici anni ha partecipato a numerose mostre tra cui: Karinthy Szalon (Budapest, 2000), Pataky Galéria (Budapest, 2001), Duna Galéria (Budapest, 2002), Wam Design (Budapest, 2003), Gerbaud Harmincad Galéria ”Pál Gerzson con i suoi ex alunni” (Budapest, 2005), tutte le edizioni della Biennale autunnale di Vásárhely tra il 2003-2011. L’anno scorso ha riscosso grande successo a Malta con la sua mostra personale, intitolata Sulle tracce di Caravaggio.

L’arte di Cserna ha una base decisamente classica, essa è caratterizzata infatti dalle tecniche della pittura tradizionale che una volta messe insieme persino all’inizio del XXI secolo riescono ad attirare lo sguardo dello spettatore. Nonostante cerchi di suscitare meraviglia con un disegno ingegnoso mediante la composizione ponderata, il gioco complesso dei colori spenti e accesi e la tecnica del chiaro-scuro, il vero effetto dei quadri di Cserna si percepisce nel silenzio e nell’introspezione. I contorni si fondono con la superficie e il quadro acquisisce una trasparenza misteriosa grazie ad una sorta di effetto-tela leggera al fine di mettere in risalto anche tutto ciò che va oltre il quadro. Scatti di luce, che cercano di imitare i grandi maestri della pittura italiana, pur mantenendo un loro carattere personale.

“Il passato e il tempo stesso della composizione diventa il nostro tempo attraverso la pittura di Tamás Cserna. La sua tecnica, la sua capacità di rappresentazione ci attrae, la sua pienezza sentimentale ci cattura, ci incita alla meditazione.” (Miklos Bendzsel)

La mostra realizzata con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri d’Ungherese, che comprende 28 quadri tra nature morte e composizioni figurative, resterà aperta al pubblico fino al 28 aprile 2013 presso la galleria dell’Istituto Balassi-Accademia d’Ungheria in Roma (Via Giulia, 1 – tel: 06.6889671) con i seguenti orari:   lunedì – venerdì 10.00-19.30, sabato 10.00-12.30 e 13.30-19.30, domenica 10.00-12.30 e 13.30-18.00.